Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘umorismo’

downloadIl fluire della nostra esperienza si alimenta di incontri. Negli incontri, in vari modi, si intrecciano dialoghi. Tutto questo si riverbera incanalato nel flusso emotivo e cognitivo in cui l’esistenza interiore consiste.

Le situazioni, che così si configurano e sviluppano, sono anche perciò sempre ognuna differente dall’altra. Nello spettacolo che così si dispiega, ciascuna sua specifica forma è così sempre, almeno in parte, inedita, nuova. Perciò ineliminabile è il costante aleggiare incombente di una certa – seppur non sempre chiaramente avvertita – dose di imprevedibilità, e quindi di rischio e incertezza. Perciò ogni situazione richiede (richiederebbe) dunque sempre dovute accortezza e ponderazione.

Non sempre però ci può essere il tempo (o possibilità, o voglia) di soppesare adeguatamente con calma che cosa sia davvero il meglio da fare o la cosa più opportuna da dire. Non sempre riusciamo perciò davvero a disporci secondo stile consapevolmente assunto a fronte dell’incalzare e il fluire dei fatti. Perciò – poichè al fare e al dire non ci si può sottrarre – entriamo in recita. Secondo i copioni appresi ci atteggiamo in comportamenti standard. Secondo previste procedure d’approccio, piste di sviluppo dispongono gli attori coinvolti nell’incontro e nel dialogo entro ruoli precisi, entro trame prevedibili e note. Facilitatori della relazione – del tutto nuova o consueta che sia – copioni recitati lubrificano così la trama delle relazioni sociali, entro tracce prevedibili e perciò rassicuranti. Nel dialogo le battute, stabilite dal contesto e dai ruoli, sono perciò i convenevoli. I gesti sono quelli previsti, rituali dalla (buona) educazione sanciti.

In queste – rassicuranti peraltro – situazioni e dinamiche c’è però da pagare scotto: non può che serpeggiare una certa ovattata piattezza comunicativa, spesso una più o meno velata ipocrisia aleggia. E tutto ciò può anche annoiare.

Perciò accade, a volte, che – tra le parole che così si dispongono nello spazio sociale dai e nei vari linguaggi (verbale, corporeo, ecc..) articolato – si insinui o irrompa un quid, che ravvivi la piatta immersione nel fluire comunicativo aduso e sostanzialmente tendente all’essere anonimo: tra i convenevoli, entro i comportamenti usuali che regolano le nostre relazioni e dialoghi, un gioco di parole, o qualcos’altro di detto o di fatto, rompe uno schema: induce un sorriso (o un ghigno), magari una risata. Qualcuno fa una battuta, fa dell’umorismo.

(altro…)

Read Full Post »